gestionale per il vending
Gli approfondimenti
di
Vending Manager

Lo stato dell'arte sui corrispettivi e le prospettive future.

Mancano meno di due mesi alla fine di un anno che ha visto il mondo del vending protagonista assoluto nell'ambito della fiscalità nazionale. Sogei - Agenzia delle Entrate, Confida, Produtto di Sistemi di pagamento, produttori di Distributori Automatici, Produttori di Software e, ultimo ma non meno importante, i gestori, sono stati gli attori di una fase, definita transitoria, che si concluderà nel 2022 ma che ancora presenta novità delle quali vale la pena parlare e sulle quali, noi come prouttori di software e soluzione App per la trasmissione dei corrispettivi, fare approfondimenti.
Le date da ricordare sono poche ma significative poichè hanno segnato dei punti di inizio di un percorso che è ben lontano dal definirsi chiaro e concluso, ma che prosegue nel dialogo tra i vari attori nell'ottica del superamento delle problematiche che affiorano vista la vastità del settore e la delicatezza dell'argomento.

Il 5 agosto 2015 viene emanato l'articolo 2, comma 2, del decreto legislativo, n. 127 definito nelle regole e negli strumenti dal provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 30 giugno 2016 con successive modifiche a marzo 2017 e giugno 2017.
La normativa ha avuto l'avvio effettivo il 1 aprile 2017 data in cui tutti i gestori dovevano avere ben chiaro i termini censimento, stampa e affissione dei QRCODE e trasmissione corrispettivi, ma così non è stato poichè ancora oggi per molti gestori, la fase transitoria ha significato vagare nel buio, lasciandosi guidare da chi la normativa l'ha letta ma, come qualunque direttiva, interpretata in modo diverso. La stessa AdE ha consapevolmento compreso i problemi tecnici, convocando i gestori e i produttori per fare fronte comune al problema, consapevole che l'unione può fare la forza del settore.
I perfezionamenti oggi, assodati gli argomento di censimento del sistema master (o gettoniera o sistema di pagamento) e di stampa del QRCODE a testimonianza del censimento, riguardano soprattutto i dati.
I dati vengono sigillati dal certificato gestore e trasmessi in formato XSL e sono scritti in un linguaggio universale: EVA/DTS; la sigla sta per European Vending Association/Data Trasfer Standard ed è il linguaggio che tutti gli attori del vending dovranno parlare ai fini della buona riuscita e della completa attuazione della normativa.
Inoltre, un altro attore importante è il terminale (Smartphone o Palmare) il quale permette di rilevare, registrare e trasferire i file, "parla" con il Sistema Master (in Executive) o con il Distributore Auotmatico (in MDB) e sigilla il file poichè anche esso certificato oltre che geolocalizzato: in una parola controllato; come controllo è la parole chiave di tutta questa stagione del vending.
Perchè avere una mappatura dei sistemi master e delle fasi di vita, dei terminali e delle transazioni fiscali (venduto e incassato) non è altro che un modo per far sì che il controllo, la supervisione, elimini dal mercato la concorrenza sleale e leggittimi questo field economico che continua a crescere e deve crescere alla luce della correttezza e delle best practices.
Un altro capitolo lo leggeremo a partire dal 1 gennaio 2018 anche se la prefazione è già stata scritta, entrata in vigore dal 1 settembre: le prossime vending machine interessata sono quelle senza porta di comunicazione, dove, con tale definizione si intendono quei distributori il cui valore delle vendite deve essere letto sulla macchina stessa e registrato manualmente poichè privi della possibilità di ritirare i dati digitalmente, quindi questi devono essere ritirati manualmente, scritti sul terminale adibito per la trasmissione e inviati in Agenzia delle Entrate.
Il censimento di questa tipologia di distributori è già iniziato, le macchine interessate ed esplicitate dall'Agenzia sono quelle relative alle lavanderie self service, car wash e farmacie con distributori cosidetti generici. La trasmissione dei dati partirà dal 1 gennaio 2018; da tale data ache Vending Manager & Vending App, che si è già adeguato all'evoluzione della normativa, saprà gli esiti delle prime trasmissioni ed eventuali problemi.
Alla fine di tutto, come sempre, ribadiamo la nostra completa disponibilità a chiarimenti, domande e approfondimenti sia da parte di chi ha già scelto i nostri servizi sia da parte di chi vuole conoscerli meglio.
 

DIGI Saas Srl
Digi Saas è una S.r.l. fondata da tre imprenditori della distribuzione automatica con oltre 15 anni d'esperienza nel settore.

I servizi online per il Vending offerti sono:

- Software gestionali senza installazione (software come servizio, Software As A Service);

- Web App e  applicazioni su piattaforma cloud.

Sede legale  Via Corsica, 42 73010 - Zollino (LE) P.IVA: 04811040759